Il passato, passa davvero?

Sono nata in Autunno, sapore di castagne e foglie rosse in mezzo al viale.
Non avrei potuto (certo, avrei potuto, non essendo più la stessa),
venire al mondo in Estate, così eccessiva: manifestazioni sgargianti e superiorità di chi è consapevole della propria bellezza. Troppo, per il temperamento che ho. Il mio genetliaco, non cade in Inverno, affascinante ma per natura freddo e umido.
Se avessi avuto un Piano B, avrei fatto capolino in questo mondo senz’altro in Primavera: profumi, romanticismo e leggerezza. Poi, avrei dovuto fare i conti con la mia anima profonda, la quale, a malapena tollera la mia anima frivola. Non sarebbe stata impresa da poco, e son felice di essermi scampata quest’onere. Dunque, la scelta è caduta sull’ Autunno. Piano A. Stagione malinconica e riflessiva.
L’Autunno ha il sapore del tempo passato, c’è una storia in ogni foglia caduta dall’alto.
Il nostro passato siamo noi oggi: le azioni luminose, le gioie, gli sbagli, le sbavature, gli affetti, i dispiaceri.
Questo, il mio omaggio al passato.

Questa voce è stata pubblicata in Arte, Artisti, Cultura, Moda, Musica, Sport, Storie, viaggi, Vita e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.